deenfrit

Swiss International Mountain Marathon

Erlebnisbericht

Emmetten 2018

by "Emiliano Corona"

Partirei dalla fine: CI SIAMO RITIRATI…

Molto semplicemente: puoi essere allenato quanto vuoi, puoi avere il materiale più tecnico e leggero che esista, puoi entrare in modalità Kilian Jornet e in modalità sherpa e sentirti un gran figo, ma se il tuo corpo ad un certo punto si rifiuta di andare avanti nonostante la testa continui a bluffare dicendo che ce la puoi fare, non ti resta che fermarti e cercare di rientrare a casa… Questo è un po’ quello che è successo a me e Mario, alias “NirvanaRaid-MicoTeam”. Semplicemente quando eravamo li per poter provare a vincere la gara, siamo saltati per aria, il corpo ha detto stop. E no, non siamo ancora così in sintonia che andiamo in crisi insieme, però gareggiando in team basta che uno dei due salti per far saltare la coppia. E ciao ciao gara.

Detta la cosa peggiore, posso scrivere della bellissima esperienza e delle cose positive che mi porterò con me…
La preparazione del materiale, sempre alla ricerca di vestiario e strumenti che prediligano leggerezza e funzionalità, a discapito di un po’ di comfort… La tipologia di gara, il fatto di gareggiare su una carta escursionistica al 25.000 molto dettagliata, la difficoltà (o meglio il divertente giochino? ;-) ) di doverti trovare i punti partendo da delle coordinate, le scelte da fare insieme, la gestione delle forze in un weekend con così tanti km e metri di dislivello. Il campeggio tra la prima e seconda tappa, con la tenda da montare, i panni da stendere, il “cibo sbobba” da cucinare e l’umido riposo nel sacco a pelo bagnato. I meravigliosi paesaggi alpini della Svizzera, con piccoli laghetti in cresta e grossi laghi glaciali come scenario giù in fondo alla valle, tante mucche e pecore al pascolo, ghiaioni più o meno friendly da attraversare, sellette, passi e cime che non arrivano mai, passaggi su catene con vertigini che ti costringono a procedere a 4 zampe, sentierini in cresta, rifugi con la coca cola più cara del mondo e altri con le mucche che praticamente girano tra i tavoli dei clienti. La bellezza e le difficoltà di correre con un amico che sta morendo al tuo fianco ma che non vuole mollare di un centimetro, un compagno di avventura delirante che si trascina fino a quando ha finito di vomitare anche tutta la bile e che non si vorrebbe mai e poi mai ritirare.
Ma tutto fa brodo (anche se quello Mellin che gli ho cucinato la sera del sabato non lo ha bevuto…) e capito il problema che lo affligge so già che a breve tornerà all’attacco proponendomi chissà quale altra avventura sportiva. E io nonostante le ultime esperienze insieme difficilmente saprò dirgli di no… ;-)

Information

Deutsch

Die offizielle Webseite des SIMM ist in deutscher Sprache gehalten. Wir bemühen uns, so viele Inhalte wie möglich auch zu übersetzen und die auf English / Français / Italiano zu Verfügung zu stellen, Gültigkeit hat aber immer die deutsche Version!

English

The official SIMM website is written in German language. We try to translate as much content as possible but the valid is always the German version. (Help for translation is very welcome!)

Francais

Le site officiel de SIMM est en allemand. Nous nous efforçons de traduire le plus de contenu possible et de le rendre disponible en anglais / français / italien, mais la version allemande est toujours valable.

Italiano

Il sito web ufficiale della SIMM è scritto in Tedesco. Cerchiamo di tradurre contenuti al massimo possibile ma la versione valida è sempre quella in Tedesco.
  • Swiss International Mountain Marathon
  • Gérard Baumgartner
  • Brunmattstrasse 11
  • CH–3266 Wiler
  • +41 (0)79 580 54 53
  • Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!
© 2019 theSIMM. All Rights Reserved
developed and designed with uikit, coffee and love by nx-designs